mercoledì 23 luglio 2014

10

 
 
10
10 non come il numero dell'ultimo attaccante di turno, ma 10 come gli anni che oggi Nicolò compie.
 
 
 
 
2006
 
Cifra tonda da festeggiare per tenere poi nel cuore dei dolci ricordi. E mi viene in mente quel giorno di 10 anni fa, iniziato presto tanto che alle 7 stavo già innaffiando il giardino e la mia vicina che oggi non c'è più da quasi 2 anni, incontrata fuori dal cancello mi disse che avevo le labbra gonfie e che ero molto vicina al parto. Proprio il 23 scadeva il termine di quella mia gravidanza trascorsa in serenità.
 
 
2009
 
Ma non avevo nessun segno premonitore nè alcun sintomo che facesse presagire il parto così imminente. Perciò feci colazione, rassettai un pò la casa e poi mi sedetti sul divano a ricamare. Intorno alle 11 mi alzai dal divano e le acque si ruppero inondando il salone e poi il bagno. Ma le acque non erano limpide, perciò chiamai mio marito per avvertirlo che stavo andando in ospedale.
 
2010
 
Presi la valigia già pronta da qualche giorno e degli asciugamani da mettere sul sedile e cominciai il mio percorso di circa 15/20 km verso la clinica. Arrivata in clinica, mio marito mi aspettava sul marciapiede e come scesi fu una scena comica che ancora oggi ricordiamo con grandi sorrisi e risate, perchè scendendo dalla macchina mi cadde l'assorbente e andai verso l'ingresso camminando come potete immaginare... :-)))
Ovviamente il parto fu con parto cesareo d'urgenza e alle 13.15 è nato Nicolò.
 
2011
 
Mentre per Anastasia il nome era quello e basta, per Nicolò è stato il frutto di una ricerca e di una selezione fra alcuni nomi: Tiziano, Danilo, Flavio, Simone tutti scartati una volta letto su internet il nome NICOLO'. E ora, a distanza di 10 anni posso dire che è un nome azzeccato che gli sta benissimo. Nicolò sensibile, attento, premuroso, sveglio, ordinato, entusiasta della vita in tutte le sue forme, curioso, protettivo nei confronti della sorella,  interessato alla musica, allo sport, al calcio, allo studio, alla lettura, all'informatica. Ma anche testardo, presuntuoso, prepotente, permaloso.
 
2012
 
Quest'anno, come negli ultimi anni,  gli regaliamo non un oggetto, ma un'esperienza, un'emozione da ricordare. 
 
 2013
 
Abbiamo scelto una visita con laboratorio  al Planetario, da vivere insieme alla sorella e ai cugini e poi venerdi una pizzata con alcuni compagni di scuola e cugini.
 

2014
 
E quando ci vede e ci fa quel sorriso aperto, gioioso con gli occhi sorridenti mi si apre il cuore di commozione per la felicità di saperlo così come è: Nicolò.
 
 
 

martedì 10 giugno 2014

In partenza per... i premi



Leggermente in ritardo, tutt'e due le vincitrici del mio giochino hanno ricevuto i souvenir da Istanbul messi in palio.
Per farmi perdonare del ritardo con cui ho spedito, ho inserito un'aggiunta rappresentata da una confezione di pane carasau guttiau (cioè condito con olio extravergine d'oliva e sale).
Una parte del ritardo è dovuta al fatto che per pensare, progettare e fare le tags di accompagnamento ho impiegato almeno 2/3 settimane. Il tempo disponibile da dedicare allo scrap e all'hobby in generale si è ridotto a circa 1/2 ore alla settimana. E non sempre. Purtroppo.
Ho impiegato più tempo per pensarle perché volevo fare qualcosa di speciale, qualcosa che potesse "stupire" le destinatarie. Presuntuosamente spero di esserci riuscita :-)))
Sono delle tag sovrapposte diverse per dimensioni e per materiali. E mi piaceva l'idea di inserire delle tag all'uncinetto a filet.


Per Lea  
 


Il souvenir da Istanbul è un foulard e l'occhio che scaccia il malocchio tipico della Turchia e della Grecia e in generale dei paesi mussulmani. Si vede nella foto più sotto.

 
 
 
Per Cristina 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Linkwithin

Related Posts with Thumbnails